Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

La sprezzante risposta dell’Ufficio Scolastico Regionale… ottobre 25, 2011

Filed under: proteste — scuoleinpiazza @ 2:33 pm
Tags: , , , , , , , ,

I genitori delle scuole primarie Di Donato e Baccarini dell’Istituto Comprensivo D. Manin di Roma, riuniti in assemblea, ritengono irricevibile la risposta dell’Ufficio Scolastico Regionale all’ordinanza del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio a seguito del ricorso presentato dai genitori per l’annullamento dei tagli all’organico, lesivi del diritto allo studio ed in contrasto con le normative vigenti. I genitori intendono proseguire le azioni legali a tutela dei diritti dei propri figli e sono determinati a proseguire la mobilitazione a difesa della scuola pubblica ad oltranza.

Annunci
 

Assemblea Coordinamento Scuole Elementari Roma aprile 28, 2011

Assemblea Coordinamento Scuole Elementari di Roma,

29 Aprile, h 17.00,

presso Scuola Principe di Piemonte, L.go Leonardo da Vinci, 1 (Metro San Paolo)

ECCO LE PROMESSE RICEVUTE DAI DIRIGENTI DEL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE IL GIORNO DEL SIT-IN: SARANNO MANTENUTE?
• non possono essere formate classi numerose (di 27/28 alunni);
• le classi concesse a Tempo Pieno debbono funzionare con 2 insegnanti;
• le classi con alunni diversamente abili non possono avere più di 20 alunni;
• saranno assegnati gli insegnanti di sostegno necessari;
• in organico di fatto verranno assegnati gli insegnanti specialisti di Inglese.

 

ARROGANZA E MALAFEDE MINISTRA GELMINI ALLA TV PUBBLICA marzo 15, 2011

Filed under: commenti — scuoleinpiazza @ 10:34 am
Tags: , , , , ,

Roma, lunedì 14 marzo 2011

COMUNICATO STAMPA Dichiarazione di Vito Meloni, responsabile Nazionale Scuola PRC-SE GELMINI – MELONI (RIFONDAZIONE COMUNISTA – FEDERAZIONE DELLA SINISTRA): ARROGANZA E MALAFEDE MINISTRA GELMINI ALLA TV PUBBLICA

Lo show televisivo della Gelmini durante la trasmissione Che tempo che fa dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, come la protervia con la quale la ministra si accanisce contro la scuola pubblica si accompagni all’arroganza e alla malafede. È arroganza e malafede sostenere che la spesa per la scuola pubblica è aumentata quando si è responsabili di più di otto miliardi di tagli; che sono stati eliminati gli sprechi quando si taglia sul sostegno ai disabili, si diminuiscono ore di insegnamenti fondamentali come, ad esempio, l’italiano nelle scuole medie o i laboratori nei tecnici e professionali; che è stata assicurata la qualità quando sono stati devastati modelli pedagogici che il mondo intero ci invidiava, come il tempo pieno e le compresenze, o quando si costringono gli alunni in “classi-pollaio” sovraffollate; che nessuno è stato licenziato quando sono stati brutalmente espulsi dalla scuola i precari a decine di migliaia, anche dopo lunghi anni di servizio; che non si è toccato lo stipendio degli insegnanti quando sono stati bloccati i rinnovi contrattuali e gli scatti di anzianità; che ci sono troppi bidelli quando, proprio a causa dei tagli, molte scuole non sono in condizione di assicurare il minimo di vigilanza e sicurezza in tutti i plessi scolastici. Paradossale, poi, la difesa dei finanziamenti alle scuole private. Pretendere che i quattrini dati alle suole private facciano risparmiare lo stato, oltre a fare a pugni con i più elementari principi di aritmetica, significa negare il fondamento costituzionale secondo il quale l’istruzione dei propri cittadini è un dovere irrinunciabile dello stato. La migliore risposta alla Gelmini è il milione di cittadini che sabato è sceso in piazza per difendere la Costituzione e la Scuola pubblica. La mobilitazione deve ora continuare fino alla cacciata sua e del governo.

—-

Ufficio Stampa Prc-Se

 

Assemblea Nazionale Unitaria settembre 23, 2010

SI INVITANO TUTTI

(insegnanti, studenti, genitori, cittadini, coordinamenti scuola di tutte le città)

A PARTECIPARE ALLA

ASSEMBLEA NAZIONALE UNITARIA

DI TUTTE LE COMPONENTI DELLA SCUOLA

che si terrà il

26 SETTEMBRE ORE 10.00 A ROMA

ALL’EX CINE-TEATRO VOLTURNO DI VIA VOLTURNO, 37

(nei pressi della STAZIONE TERMINI)

indetta dal Presidio dei Precari di Piazza Montecitorio

come richiesto da Giacomo e Caterina, i due insegnanti precari che durante il presidio di Montecitorio in difesa della scuola pubblica sono stati in sciopero della fame

ODG
- Piattaforma di lotta
- Scadenze e forme di mobilitazione
- Data prossima assemblea nazionale

Programma:

10.00-13.30 Accoglienza e presentazione proposte relative all’odg

13.30-14.30 Pausa

14.30-18.30 Sintesi delle proposte a cura della presidenza;

Discussione sulle proposte e sintesi finale

________________________

Il Coordinamento scuole secondarie invita a ripartire da quanto fin qui espresso dal Coordinamento Permanente scuole di Roma:

–          Ritiro e cancellazione dei tagli previsti dall’art. 64 della L.133/08;

–          Investimenti in base alla necessità delle scuole;

–          Ritiro e cancellazione dell’art. 71 della L. 133/08;

–          Ritiro della L. 169/08 (maestro unico);

–          Ritiro e cancellazione della L. 62/2000 (legge di parità);

–          Ritiro della cosiddetta riforma delle superiori;

–          Classi max di 25 alunni e 20 con H (sicurezza e didattica);

–          Nomina in ruolo dei precari, docenti e ata, su tutti i posti vacanti e disponibili;

–          Organico ata in base alle esigenze reali (alunni e personale da amministrare, aule, palestre, spazi    interni e esterni, laboratori, ecc,);

–          Chiamata del supplente fin dal primo giorno di assenza del titolare

–          Diritto all’insegnante di sostegno per gli alunni H per l’intero orario (vedi sentenze C.C., TAR, ecc);

–          Organico necessario per il soddisfacimento di tutte le richieste di tempo pieno;

–          Messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici;

–          Pagamento di tutti i crediti vantati dalle scuole;

–          Assemblee in orario di servizio per tutte le oo.ss. e i lavoratori/trici che le richiedono;

–          Obbligo scolastico a 18 anni;

–          No alla privatizzazione;

–          No alle scuole aziende;

–          No al contributo volontario;

–          Cancellazione finanziamenti alle scuole private;

–          Cancellazione protocollo di sicurezza per le manifestazioni e i cortei;

–         No all’utilizzo della quota oraria eccedente l’attività frontale (compresenze) e della contemporaneità (religione, inglese) per le supplenze;

–         No al collaborazionismo (sostituzione docenti assenti);

–         No alle cattedre superiori alle 18 ore;

–         Ritiro dei DDL Aprea e Goisis

–         Cancellazione del tetto del 30% per gli extracomunitari;

–         No all’attuazione di lavori di manutenzione (verniciatura aule, acquisto e sistemazione arredi   scolastici, ecc.) e di pulizia degli edifici da parte dei genitori.

punti che hanno visto la condivisione e l’adesione di numerose realtà

(49° Circolo Didattico, 92° Circolo Didattico, 1° Circolo Didattico, Dalla Chiesa, Pasteur, Talete, D´Antona Biagi, De Chirico, Russell, Poggiali, Fabrizio de Andrè, Crispi, L. da Vinci Maccarese, VII Montessori, Tacito-Guareschi, Montezemolo, S. Benedetto, Vittoria Colonna, Quartararo, Gullace, Socrate, Aristotele, Keplero, Cavour, M. Grazia Cutuli, Iqbal Masih, Troisi, Battisti, Mamiani, Plinio Seniore, IPSIA Cavazza, SMS Giuseppe Toniolo, Comitato Genitori e Insegnanti Di Donato-Baccarini, Coordinamento Scuole Secondarie di Roma, Coordinamento Docenti del Liceo Malpighi, Coord. IV Municipio, Coord.XIII Municipio, Coordinamento Precari Scuola, Coordinamento Lavoratori-trici del Terzo settore di Roma, Rete degli Studenti, Comitato Insegnanti ATA Precari Roma, CGD, Scuola popolare Pietro Bruno, Centro sociale La Strada, Associazione Culturale Controchiave, Associazione Per la Scuola della Repubblica, Liberacittadinanza, Libertà e Giustizia – circolo di Roma, Collettivo Senza Tregua, Giovani Comuniste/i, Popolo Viola di Roma, Area Resistenze Sociali – Sinistra Critica, Rete Romana contro la crisi, Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”, I.C “Regina Margherita”, UDS, USICONS, COBAS, RDB CUB Scuola, USI AIT, FLC CGIL, UNICOBAS, ANPI di Roma e Provincia, Giuristi Democratici Roma, VI Municipio)

Sabato 25 SETTEMBRE – ore 10.00,

al Centro congressi Cavour –

via Cavour 50/A – ROMA

ASSEMBLEA NAZIONALE

dei PRECARI di SCUOLA, UNIVERSITÀ e RICERCA organizzata  RdB/USB

25 e 26 settembre a Roma

due giornate di lotta e discussioni

per costruire una forte mobilitazione in difesa della scuola di qualità

per la difesa del diritto allo studio ed al lavoro

Scarica il verbale dell’Assemblea: VERBALE ASSEMBLEA DELLA SCUOLA 26 SETTEMBRE

Scarica l’Appello ai Sindacati: APPELLO AI SINDACATI dall’assemblea della scuola