Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

La Scuola NON è in festa… maggio 25, 2010

Il Video della contestazione:

*********************

Scuola, contestato Alemanno
“Basta feste, dateci la carta igienica”

repubblica.it

*********************
Piazza Vittorio, festa della scuola
precari e insegnanti contestano il sindaco
http://corriere.it

*********************

SCUOLA: ALEMANNO REPLICA A CONTESTATORI,IO DIFENDO ISTRUZIONE
(ANSA) – ROMA, 26 MAG – Al grido di ‘no alla distruzione
della scuola pubblica’, ‘la scuola non e’ in festa’ e ‘dateci la
carta igienica nelle scuole’ un gruppo di docenti precari e
genitori riuniti sotto la sigla Coordinamento permanente scuole
romane ha contestato il sindaco Gianni Alemanno e l’assessore
alla scuola del Comune di Roma, Laura Marsilio, mentre
intervenivano a piazza Vittorio per la conclusione della II
edizione de ‘La scuola e’ in festa’.
Ai fischi che si levavano sempre piu’ numerosi, Alemanno ha
risposto: ”siamo impegnati a difendere la scuola romana da
eventuali riforme che il Governo potra’ fare perche’ siamo
convinti che la scuola e’ il nostro futuro”. (ANSA).

*********************

(LZ) SCUOLA. ROMA, QUATTRO GIORNI “IN FESTA” A PIAZZA VITTORIO
(DIRE) Roma, 26 mag. – Presente, tra gli altri, anche
l’ambasciatore giapponese in Italia, Hiroyasu Ando. Alcuni
ragazzi delle scuole romane sono stati recentemente in Giappone
nell’ambito dei Viaggi della Memoria, per ripercorrere i luoghi
della distruzione dopo la bomba atomica di Hiroshima.
“La scuola non e’ in festa”, “Non c’e’ nulla da festeggiare”,
“Noi la scuola la rivogliamo”, sono pero’ gli slogan e gli
striscioni di alcuni manifestanti che hanno inveito contro
Alemanno e la sua “amministrazione scellerata”, a loro dire. “Ci
devi ascoltare” urla un signore durante il discorso del sindaco,
poi bloccato dal servizio d’ordine.
“Nonostante tutto- commenta l’assessore Marsilio- questi
giorni rappresentano un momento di festa, la volonta’ del Comune
di investire sulla qualita’ della scuola e stabilire un contatto
con le famiglie”. Famiglie che quest’anno rappresentano il tema
principale della manifestazione, che si chiudera’ sabato. “I
ragazzi sono la nuova Roma che va avanti, perche’ non esiste una
scuola valida senza le famiglie e viceversa. Difenderemo
l’istruzione anche contro le riforme difficili che il Governo
potra’ varare”, conclude Alemanno.

*********************

PIAZZA VITTORIO, INSEGNANTI PRECARI E GENITORI CONTESTANO SINDACO
(OMNIROMA) Roma, 26 mag – Contestati questa mattina il sindaco di Roma Gianni Alemanno e l’assessore capitolino alla Scuola Laura Marsilio da circa un centinaio di insegnanti precari e studenti delle scuole comunali riuniti sotto la sigla Coordinamento permanente delle scuole di Roma. Nel corso della Festa della Scuola,
organizzata dal Comune di Roma nei giardini di piazza Vittorio, il primo cittadino e l’assessore sono stati fischiati tra le urla «dateci la carta igienica per le scuole invece di fare queste manifestazioni». «Ci impegniamo a difendere le scuole di Roma dagli eventuali tagli che potrebbero esserci a livello governativo, parlerò con il ministro Tremonti anche di questo», ha detto il sindaco, Gianni Alemanno. I manifestanti, provvisti di cartelli con scritto «scuole infestate, questa non è una festa», durante l’intervento dell’assessore Marsilio hanno srotolato uno striscione con su scritto «No alla distruzione della scuola statale». «Siamo qui per parlare della situazione imbarazzante che vivono le scuole comunali – spiega Giorgio, uno dei manifestanti – si procede solo con una politica indiscriminata fatta di tagli.
Ci sono 11 asili pronti che non vengono aperti perché non si vogliono riaprire le graduatorie dei precari, mentre alle elementari si sta verificando una
sistematica distruzione del tempo pieno. Così non si fornisce una scuola di qualità».

Annunci
 

L’Assessora 30% marzo 19, 2010

Laura Marsilio è l’assessora romana all’istruzione.
Perseguita le scuole con troppi stranieri, e inventa programmi sulle vere tradizioni della “nazione”.
Ritratto di neorazzista e della sua banda di affaristi politici.

Leggi tutto: cartaonline-scuola al 30%

 

La scuola NON è in festa: contestato il sindaco Alemanno maggio 26, 2009

Filed under: articoli,proteste — scuoleinpiazza @ 11:16 am
Tags: , , , ,

Stamattina, all’inaugurazione dell’evento “La Scuola in Festa” (che ha preso il posto di “Intermundia” evento basato sulla multiculturalità e sull’integrazione) con progetti per la scuola rinominati: Fratelli d’Italia (…) il comitato genitori-insegnanti delle scuola Di Donato-Baccarini insieme a NRF e insegnanti precari, ha contestato il sindaco Alemanno e l’assessore Marsilio.

[…]

Articolo Repubblica: alemanno-contestato-dalle-mamme

Photogallery repubblica: Foto Repubblica

“No ai tagli della scuola”, genitori a piazza Vittorio contro Alemanno
“La scuola non è in festa”. Lenzuola bianche con scritte a grandi lettere e magafono alla bocca per protestare nei giardini di piazza Vittorio contro il sindaco Gianni Alemanno, intervenuto all’inaugurazione di “La scuola in festa. La mia città si chiama Roma”. A manifestare circa cinquanta persone, molte delle quali appartenenti al comitato genitori Di Donato-Baccarini, scese in piazza, accanto agli insegnati, per denunciare il taglio di risorse di 8 miliardi di euro alla scuola pubblica dopo l’approvazione del decreto di legge Gelmini. Il sindaco: “Ascolteremo la protesta”

Video Repubblica: Video

IMGP1335-b

IMGP1347

IMGP1373

IMGP1376

Articolo Il Manifesto: http://www.ilmanifesto.it/archivi/fuoripagina/anno/2009/mese/05/articolo/836/

Articolo Espresso: http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/scuola-troppi-tagli-allistruzione/2099685

Articolo Corriere: http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/09_maggio_26/scuola_festa_piazza_vittorio-1501396964838.shtml

Articolo Libero: http://www.libero-news.it/adnkronos/view/125738

Articolo IGN: http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Lazio.php?id=3.0.3359283886

Articolo Kataweb: http://www.kataweb.it/multimedia/media/6109312

Articolo Metropolis: http://roma.metropolisinfo.it/article/articleview/218964/1/3/

Articolo Amicoqua: http://www.amicoqua.org/?p=1338

Articolo Fainotizia: http://www.fainotizia.it/2009/05/27/genitori-insorgono-contro-alemanno-calgani-li-sostiene

****************************************************

COMITATO GENITORI DI DONATO – BACCARINI

ROMA, 26 MAGGIO 2009

LA SCUOLA NON E’ IN FESTA

Dall’approvazione del decreto di legge Gelmini, che ha programmato un taglio di risorse alla scuola pubblica pari a 8 miliardi di euro, la scuola pubblica non può dirsi in festa.

Ben vengano tutte le iniziative dell’amministrazione comunale pensate per i bambini e per valorizzare l’offerta formativa delle scuole. Tuttavia non possiamo non registrare il fatto che l’iniziativa che si inaugura oggi, cada in concomitanza con la diffusione di dati e notizie allarmanti riguardo lo stato di salute della scuola pubblica italiana.

Quest’anno in tutte le scuole italiane è nato un movimento auto organizzato che ha promosso ricerche e dibattiti sul futuro della scuola pubblica primaria, un movimento per certi versi insolito e nuovo nel nostro Paese.

La Ministra Gelmini ha rassicurato più volte, attraverso i media, che nulla sarebbe cambiato nell’organizzazione del tempo scuola, che anzi il tempo pieno sarebbe stato potenziato. Nonostante ciò, all’indomani della chiusura delle iscrizioni, la realtà è ben altra.

I tagli hanno influito ampiamente sui nuovi organici scolastici.

I dirigenti scolastici del Lazio hanno scritto ai genitori una lettera. denunciando una situazione disastrosa per quel che riguarda i fondi degli Istituti per il prossimo anno scolastico ed è già noto che, solo nel Lazio, dal prossimo anno ci saranno in meno 3211 docenti e parecchie centinaia di bidelli ed amministrativi. Tutto questo nonostante l’aumento degli alunni iscritti.

Scuole come quelle dell’Esquilino, se non vengono opportunamente sostenute, non potranno più proseguire il percorso di integrazione svolto da anni e perseguito con fatica grazie allo sforzo spesso volontario di insegnanti e genitori. In alcune di queste scuole dell’infanzia si sta paventando lo spettro del tempo parziale con classi occupate da circa trenta bambini che, ricordiamo, spesso provengono da altre aree del mondo. Questo segnerebbe la fine del percorso di integrazione e trasformerebbe quelle scuole in un ghetto in cui nessun servizio di eccellenza didattica potrà più essere fornito.

IMGP1353

IMGP1378

IMGP1385

IMGP1394