Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

SIT-IN della Scuola Iqbal Masih, Roma maggio 25, 2011

Filed under: proteste — scuoleinpiazza @ 12:26 pm
Tags: , , , , , ,

Scarica la locandina: Sit in Iqbal 30_5

Annunci
 

La protesta dei genitori della Di Donato nei media maggio 23, 2011

Filed under: documentazione — scuoleinpiazza @ 5:57 pm
Tags: , , , , ,

la “protesta degli orologi”

La Repubblica

“No ai tagli sulla scuola e sul tempo pieno”. I genitori della scuola Di Donato (che fa parte del complesso Manin dove la percentuale di stranieri è altissima e l’integrazione è un successo) hanno protestato questa mattina sotto l’ex provveditorato per …

______________________________________

Scuola, inglese superfluo: il ministero taglia il 78% degli insegnanti

Corriere della Sera

«DATEVI LA SVEGLIA» – Per questo, venerdì 20 maggio, è in programma una protesta dei genitori della scuola Di Donato, di via Bixio, inserita nell’istituto comprensivo Daniele Manin: mamme e papà consegnano, simbolicamente, sveglie ed orologi 

______________________________________

Scuole a pezzi: Bersani rimedieremo

Il Manifesto

Orologi da tavolo, da parete, sveglie. a decine. E tutte segnavano le 16:30. L’orario in cui, in una paese normale, i genitori che lavorano – e magari, perché no, anche quelli che non lavorano – dovrebbero avere la possibilità di andare a prendere i …

______________________________________

Da Roma parte la rivolta dei genitori, Sit-In e occupazioni contro i tagli

La Repubblica
No a ‘spezzatini’ e perdita di qualità”. Solo nella primaria, tra capitale e provincia, ci saranno 760 posti in meno. Secco anche il rifiuto del metodo dei tanti insegnanti per ciascuna classe, in modo da coprire le ore per riempire il tempo pieno…

 

SIT-IN genitori Di Donato 20 maggio h 9.00 Provveditorato maggio 19, 2011

SCUOLA.

ROMA, DOMANI PROTESTA GENITORI DELLA ‘DI DONATÒ “lancette non tornano indietro, nostri orologi per tempo pieno”. 

 roma, 19 mag. – Domani mattina, alle ore 9, i genitori della scuola ‘di donatò di via bixio a roma, che fa parte dell’istituto comprensivo ‘daniele manin’, consegneranno simbolicamente decine di sveglie ed orologi all’ufficio scolastico regionale per il lazio di via pianciani per protestare contro la decisione di tagliare il tempo pieno e per ribadire il ‘nò all’accorpamento tra classi. tutti gli orologi avranno le lancette sincronizzate sulle 16.30 Per ribadire il fatto che i genitori chiedono che sia garantita l’uscita a quella ora a tutte le famiglie. a fronte di una richiesta di 17 classi a tempo pieno nella primaria per l’anno scolastico 2011-12, le classi assegnate sono state in tutto 15, di cui solo 14 a tempo pieno. Un taglio drastico che comporterà l’accorpamento di due classi con la certezza di avere così ‘aule bestiamé con oltre venticinque alunni. Questa decisione é particolarmente grave perché in queste classi sono presenti bambini con disabilità e con situazioni sociali complesse. la scuola ‘di donatò ha sede nel rione esquilino, quartiere con una forte presenza di immigrati e con un elevato disagio sociale. L’enorme lavoro da parte di insegnanti, dirigenti scolastici, genitori ed abitanti del quartiere negli ultimi anni é riuscita a fare di queste difficoltà il suo punto di forza, lavorando realmente per l’integrazione. Ciò é dimostrato anche dall’aumentato numero di iscrizioni. questo successo rischia di essere ora messo in crisi dalla situazione critica che si prospetta per il prossimo anno scolastico.

 

Sit-in genitori insegnanti a Roma per il tempo pieno giugno 18, 2010

Scuola.

Sit-in genitori insegnanti a Roma per il tempo pieno

18 giugno 2010
ROMA – Un sit davanti all’ufficio regionale della scuola, muniti di pupazzi e libri di Pinocchio, contro la decisione di “lasciare 50 bambini senza il tempo pieno e contro le bugie che il ministro Gelmini e la sua rappresentante regionale continuano a dichiarare sui drammatici tagli che impoveriscono la scuola pubblica”.

Cosi’ una cinquantina tra genitori e insegnanti della scuola Di Donato di Roma, quartiere Esquilino, si e’ ritrovata questa mattina alle 9.30 sotto la sede dell’ufficio scolastico: su quattro classi a tempo pieno richieste ne sono state assegnate due. La delegazione e’ stata quindi ricevuta dal direttore generale Maria Maddalena Novelli. “Ci ha detto che a meta’ luglio verra’ dato l’organico di fatto che e’ diverso da quello di diritto”, raccontano mamme e insegnati all’agenzia Dire.

L’organico di fatto e’ praticamente una aggiunta eventuale di personale che viene concessa in base a delle richieste: in questo caso per far fronte alle necessita’ di tempo pieno. “Ma le richieste sono molte, difficilmente verra’ risolto il problema” dicono ancora mamme e insegnanti, “sembra che il Comune stia pensando a dei corsi di danza per ‘coprire’ il pomeriggio fino alle 16, quasi un tappabuchi…. Comunque torneremo a meta’ luglio per farci ancora sentire”.

link: http://www.diregiovani.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=36586

 

SIT IN Provveditorato, 18 giugno giugno 16, 2010

VOGLIAMO IL TEMPO PIENO PER TUTTI

VENERDI’ 18 GIUGNO ALLE 9.00

SIT IN AL PROVVEDITORATO

 

Per i genitori della Scuola Di Donato, Istituto Comprensivo Manin, è arrivato il momento di DIRE BASTA! BASTA TAGLI ALLA SCUOLA! BASTA DISTRUGGERE LA SCUOLA PUBBLICA! BASTA PRENDERCI IN GIRO!

 I genitori della scuola Di Donato VOGLIONO IL TEMPO PIENO PER TUTTI!

A fronte di una richiesta di 4 classi prime a Tempo Pieno per l’anno scolastico 2010-2011, le classi assegnate alla Scuola Di Donato sono state 2 a Tempo Pieno (40 ore settimanali, 2 insegnanti) e 2 a Tempo Normale (27 ore settimanali, 1 insegnante).

            Il conseguente taglio di 2 classi a Tempo Pieno comporterà per il prossimo anno scolastico una situazione disastrosa, infatti: o la metà dei bambini che hanno richiesto il tempo pieno potranno accedere solo al tempo antimeridiano (27 ore) oppure, per rispondere alle esigenze delle famiglie, le 4 classi prime dovranno funzionare tutte per 40 ore settimanali attraverso l’utilizzo delle ore di compresenza delle insegnanti delle altre classi II, III, IV e V. A ciò si aggiunga che il drastico taglio dei finanziamenti rende impossibile la chiamata di insegnanti supplenti, e che pertanto la sempre più frequente, inaccettabile, necessità di distribuire in ordine sparso nelle altre classi i bambini sprovvisti di insegnante aggraverà una situazione che appare già in partenza al limite delle sue possibilità.

Vogliamo ricordare la particolarità del nostro Istituto che ha sede nel rione Esquilino, quartiere con una forte presenza di immigrati, e che è riuscito attraverso il grande lavoro di integrazione di insegnanti e genitori a far percepire le proprie scuole come scuole di eccellenza. Questi successi rischiano di essere messi in crisi dalla situazione che si prospetta il prossimo anno scolastico.

Chiediamo dunque che venga assegnato l’organico necessario a:

– garantire il tempo pieno a tutte le classi della scuola primaria Di Donato;

– garantire la formazione di 4 classi prime a 40 ore per l’anno scolastico 2010/2011, come espressamente richiesto dai genitori al momento delle iscrizioni.

SIAMO ANCORA IN TEMPO: LOTTIAMO PER UNA SCUOLA MIGLIORE.

 

La Protesta dei Precari della Scuola (Roma) settembre 7, 2009

Filed under: proteste — scuoleinpiazza @ 9:56 am
Tags: , , ,

Cari colleghi e non, vi prego di dare massima diffusione.
DIFENDIAMO LA SCUOLA E MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO
COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA di ROMA
COMUNICATO

Si prega la massima diffusione del comunicato stampa a tutti gli organi e redazioni

Oggi, 4 settembre 2009, un gruppo di precari del Coordinamento Precari Scuola di Roma è salito sul terrazzo del settimo piano dell’ex provveditorato agli studi della provincia di Roma, esponendo uno striscione con su scritto “I tagli alla scuola: una truffa per tutti”. Il gruppo, supportato da rappresentanti di Cgil, Cobas e Rifondazione Comunista, ha poi deciso di rimanere in presidio sul terrazzo fino a lunedì 7, giorno in cui si terrà sotto all’ex provveditorato (in via Pianciani), a partire dalle 15, un’assemblea dei docenti precari allo scopo di organizzare le future forme di lotta.
Il gruppo di docenti ha ottenuto un incontro con la dott.ssa Novelli, dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, e col dott. Minichiello, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale. In questa sede i docenti precari hanno avanzato le seguenti richieste:la non applicazione da parte del provveditorato della circolare sul completamento a 18 ore delle cattedre e l’eliminazione degli straordinari imposti dal provveditorato;
rendere pubblico il numero delle cattedre tagliate nella regione Lazio e nella provincia di Roma;
trasparenza e maggiore efficienza nella comunicazione delle disponibilità di cattedre da assegnare ai docenti precari;
poter partecipare al tavolo di trattative che si aprirà con la Regione sulla questione del contratto di disponibilità.
Questa forma di protesta, del tutto pacifica e che non ha disturbato il regolare svolgimento delle attività degli uffici, è stata inoltre messa in atto per richiamare l’attenzione sulle richieste della mobilitazione dei precari sul piano nazionale in difesa del posto di lavoro e della qualità della scuola pubblica. Gli obbiettivi della mobilitazione sono:
il ritiro dei tagli alla scuola pubblica;
l’assunzione a tempo indeterminato dei precari su tutti i posti vacanti e disponibili, al posto dell’ennesima truffa dei contratti di disponibilità;
il ritiro della circolare sul completamento a 18 ore delle cattedre e l’eliminazione degli straordinari imposti dai provveditorati;
il ritiro del progetto di legge Aprea e di tutti i progetti miranti alla chiamata diretta dei presidi;

Il Coordinamento Precari Scuola invita tutti i precari della scuola e chiunque voglia difendere e rilanciare la qualità della scuola pubblica a partecipare all’assemblea/presidio fissata per il giorno 7 del corrente mese alle ore 15,00 invia Pianciani sotto al CSA.