Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

mercoledì 22 dicembre – roma dicembre 21, 2010

MERCOLEDI 22 IL COORDINAMENTO DELLE SCUOLE SECONDARIE DI ROMA IN PIAZZA AL FIANCO DEGLI  STUDENTI. h 9.00 P.zza Aldo Moro
COMUNICATO
Qualcuno dice che i bravi ragazzi non protestano, studiano e basta.
Qualcuno dice che gli studenti e gli universitari nelle piazze sono vigliacchi.
Qualcuno dice che i genitori domani devono tenere i figli a casa.
C’è il timore di un altro 14 dicembre, di altre scene di guerriglia urbana, di nuovi episodi di violenza.
Sui giornali si parla di arresti preventivi, di vietare le manifestazioni, di individuare i soggetti pericolosi, di applicare il Daspo.
Si evocano fantasmi del passato, la strategia della tensione, il terrorismo.
Ma questi non sono i nuovi ‘anni di piombo’.
Qui non ci sono in ballo le derive postsessantottine di conflitti generazionali e ideologici.
Qui parliamo di studenti, di universitari, di ricercatori, di maestre, di insegnanti, di genitori, di cittadini che si mobilitano e scendono in piazza per difendere quel che resta della pubblica istruzione.
Per difendere l’università statale dalla minaccia mortale della privatizzazione.
Nella totale contumacia dei sindacati non concertativi e di forze politiche dell’opposizione troppo impegnate a sopravvivere a se stesse e ai loro deliranti ‘cupio dissolvi’, domani le energie vive dei movimenti si riverseranno ancora nelle strade e nelle piazze di tante città d’Italia per difendere il diritto allo studio delle giovani generazioni.
Il primo, fondamentale e preliminare, di tutti i diritti, perchè lo studio attiva la conoscenza, lo studio accresce  la consapevolezza, lo studio nutre il pensiero critico, lo studio garantisce la vita.
Non è ammissibile che in questo momento esponenti del governo e della maggioranza alimentino polemiche pretestuose e potenzialmente pericolose.
Non è ammissibile che dopo due anni di proteste, di mobilitazioni, di manifestazioni, di sit in, di scioperi della fame rimasti pervicacemente senza risposta, domani si costringa la società civile dentro una città armata, blindata e vietata.
Noi, madri, padri, lavoratori, lavoratrici, esponenti del Coordinamento scuole secondarie, vogliamo essere al fianco degli studenti e degli universitari e invitiamo tutte le forze sociali, politiche e intellettuali a camminare nelle strade insieme a noi, per testimoniare il nostro profondo sdegno nei confronti di un governo che sta depredando i giovani del presente e del futuro.
Responsabilmente, pacificamente, tenacemente uniti a difendere i diritti costituzionali all’eguaglianza, alle pari opportunità, all’effettiva partecipazione di tutti all’organizzazione politica, economica e sociale del nostro Paese.
Annunci
 

Roma in fiamme, oltre 90 feriti la protesta finisce in guerriglia dicembre 15, 2010

Filed under: Senza categoria — scuoleinpiazza @ 3:21 pm

da La Repubblica

Dal mattino fino al primo pomeriggio, il grande corteo in cui confluiscono anche i comitati per l’Aquila, i centri sociali, la Fiom e il Popolo Viola, sfila per la città in modo civile. Finché non entrano in azione i black bloc. E gli scontri con le forze dell’ordine trasformano via del Corso e piazza del Popolo in un campo di battaglia. Fermate 41 persone

di PAOLO GALLORI

ROMA – Sulle reti tv rimbalzano le immagini dei blindati in fiamme in Piazza del Popolo, di via del Corso disseminata di sampietrini, motorini distrutti, vetri di auto in pezzi, panchine divelte e tante, tantissime scarpe, testimoni silenziose delle fughe precipitose e delle cariche a ripetizione. Quaranta feriti tra i manifestanti, quasi sessanta tra le forze dell’ordine. Oltre 40 fermati. E’ questa l’istantanea che resta a futura memoria di una giornata in cui a Roma, dal mattino fino al primo pomeriggio, studenti, precari, centri sociali, i comitati per l’Aquila e i metalmeccanici della Fiom hanno sfilato per le vie della Capitale e manifestato – “in centomila” dicono, certo non molti di meno – in modo assolutamente civile.

Leggi tutto: http://www.repubblica.it/scuola/2010/12/14/news/roma_un_giorno_di_guerriglia-10197833/

 

 

Scuola, la protesta degli studenti Bloccate stazioni e autostrade dicembre 1, 2010

Filed under: Senza categoria — scuoleinpiazza @ 1:12 am

da La Repubblica

Migliaia di ragazzi in piazza contro la riforma Gelmini. Bloccati i binari in 17 città. Scontri a Roma, Genova e Bologna. Giovani sui binari della stazione Termini. A Pisa il corteo invade l’autostrada

ROMA – E’ sera quando nell’aula della Camera la riforma targata Maria Stella Gelmini ottiene il via libera 1. Accade al termine di una giornata che ha visto migliaia di studenti scendere in piazza per protestare, per gridare il loro “no” ad una riforma “che toglie il futuro”. Protesta che, a Roma, Bologna e Genova, hanno visto anche aspri momenti di tensione, con scontri con le forze dell’ordine. E se ieri e la scorsa settimana a essere “occupati” erano stati i monumenti, ora è la volta delle stazioni (18 in tutto) e delle autostrade. Tra le tante occupate, le stazioni di Roma, TorinoTrieste, Venezia, Pisa (dove il corteo è entrato anche sull’autostrada A12 bloccando il casello), Perugia e Parma.

Leggi tutto: http://www.repubblica.it/scuola/2010/11/30/news/pezzo_proteste-9696352/