Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

PRESIDIO PERMANENTE 8-9-10 GIUGNO 2011 giugno 7, 2011

PER IL RIPRISTINO DELLE CLASSI

E DEI POSTI “TAGLIATI”

PER UNA SCUOLA PUBBLICA STATALE DI QUALITA’

LA PROTESTA CONTINUA

AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

PRESIDIO PERMANENTE

8-9-10 GIUGNO 2011

MERCOLEDI’ 8 GIUGNO

Ore 17.30 Musica popolare balcanica e altro con il Trio Cosacco di Daniele Mutino, Umberto Vitiello, Matteo Agostini

Ore 19.00 Laboratorio vocale aperto di Nora Tigges

GIOVEDI’ 9 GIUGNO

Ore 17.30 Spettacolo teatrale “La professoressa della Gelmini” diFederica Festa

Ore 19.00 “Cinne barbu mal rase” del teatro De Merode

VENERDI’ 10 GIUGNO

Ore 17.00 Percussioni di Anatole Tah (Costa D’Avorio)

Ore 19.00 Musica popolare con Lucilla Galeazzi

Questa è la settimana decisiva per il ripristino della legalità nelle nostre scuole, partecipiamo tutti, cittadini, bambini, genitori, insegnanti e personale ATA, più numerosi e rumorosi che mai alle iniziative.

Coordinamento Scuole Elementari di Roma

http://www.coselementariroma.it

Annunci
 

Presidio MIUR 31 Maggio maggio 25, 2011

 

Difendiamo le graduatorie a esaurimento maggio 25, 2010

da: movimentoinsegnantiprecari@gmail.com

Difendiamo le graduatorie ad esaurimento, opponiamoci al DdL Goisis sulla costituzione degli albi regionali.

In questi giorni è in discussione alle Camere il Disegno di Legge elaborato dal deputato della Lega, Goisis, e riguardante le nuove forme di reclutamento, nonché l’accelerazione della gestione finanziaria ed amministrativa delle scuole, sempre più orientata su basi regionali. I contenuti fondamentali della proposta sono presto detti: il progetto prevede un nuovo canale di reclutamento basato su albi regionali e su concorsi regionali che si dovranno effettuare ogni tre anni. Secondo la Proposta di Legge la gestione del personale scolastico, dal reclutamento al trattamento economico, passerà dallo Stato alle Regioni; lo Stato girerà le somme necessarie direttamente alle realtà territoriali; appositi uffici regionali sostituiranno quelli attuali; le scuole dovranno comunicare alle Regioni quanti posti vacanti hanno a tempo determinato ed indeterminato, dati che serviranno per il reclutamento. Per essere assunti, poi, i docenti dovranno iscriversi in appositi albi regionali distinti per ordine di scuola. Uno dei requisiti per accedere agli albi ed essere assunti è la residenza in uno dei Comuni della Regione di riferimento. Si tratta di un modo per “scoraggiare gli spostamenti continui da un territorio all’altro” (parole della Lega) e quindi per contrastare quel diritto alla mobilità che ha contraddistinto da sempre il sistema scolastico italiano. Per quanto riguarda gli albi regionali, infatti, si richiede l’obbligo di residenza nella Regione in cui si desidera essere iscritti, non solo, ma in caso di assunzione è necessario sottoscrivere l’impegno a mantenere per cinque anni la stessa residenza. La proposta Goisis riprende l’impianto federalista anche rispetto alla contrattazione sindacale, poiché mette in atto forme di contrattazione a livello regionale; infine, prevede la creazione del Consiglio dell’Istituzione, accanto al Collegio dei Docenti, come organo di Governo della scuola, e dota il Dirigente Scolastico di più ampi poteri. Per molti lavoratori precari della scuola l’attuale Disegno di Legge rappresenta la fine della mobilità, ma per la scuola tutta l’attuazione di questo progetto segna una consistente accelerazione nel processo di privatizzazione nella gestione dell’intero sistema scolastico. Consapevoli della delicatezza della riforma in campo, come Coordinamento Precari Scuola, invitiamo i precari della scuola e più in generale tutti coloro che hanno a cuore questo tema a confrontarsi con noi su tali problematiche e a partecipare ad un assemblea pubblica lunedì 31 maggio, alle ore 17, dopo il presidio di protesta contro i tagli.

Lunedì 31 maggio Ore 15,00 presidio di protesta all’USP di via Pianciani Ore 17,00 assemblea pubblica in via Galilei, 57 (nei pressi dell’USP)

Coordinamento Precari Scuola – Roma movimentoinsegnantiprecari@gmail.com

 

20 maggio – IMPORTANTE maggio 19, 2010

20 MAGGIO dalle ore 17,00

PRESIDIO – ASSEMBLEA presso

IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE 


Resosocnto del SIT-IN:

Resoconto di una piccola GRANDE VITTORIA

Oggi 20 maggio 2010 si chiudono le “4 Giornate di Roma” con il Presidio-Assemblea a partire dalle ore 17.00 davanti al MIUR. Sono presenti tutte le anime del Coordinamento Permanente delle Scuole di Roma e, visto il numero dei presenti ( circa 500), viene bloccato Viale Trastevere per tutto il tratto antistante al Ministero. Si chiede di essere ricevuti da un rappresentante autorevole del Ministero e il dr. Luciano Chiappetta (Dirigente Generale per il Personale Scolastico) dà la sua disponibilità all’incontro. Una delegazione composta da 11 rappresentanti partecipa all’incontro.

L’incontro si apre con un doveroso giro di presentazioni e registrazione delle persone presenti perché  il Dirigente dovrà presentare una relazione all’Ufficio di Gabinetto del Ministro, per tutte  le istanza presentate.

Si comincia a parlare del taglio al Tempo Pieno e, fatti i dovuti distinguo circa le classi effettivamente tagliate (68 nella sola provincia di Roma) e quelle di nuova richiesta non attivate, il dr. Chiappetta ammette pubblicamente che l’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio ed il sottoposto Ufficio Territoriale di Roma hanno fatto un ERRORE (poi indicato come “incidente di percorso”) nel tagliare classi consolidate a tempo pieno. A fronte di tale ABUSO, come identificato dalla delegazione, il dr. Chiappetta si è impegnato a  contattare tutti i Dirigenti Scolastici delle Istituzioni che hanno subito la riduzioni di classi a tempo pieno, per informarli ufficialmente che tali classi saranno RIPRISTINATE nell’organico di fatto. A fronte di una precisa richiesta di “correzione” dell’organico di diritto alterato dall’ “errore” effettuato dal USR, il dr. Chiappetta  ha dichiarato che tale cosa è impossibile, perché non consentita dalla norma, ma che ciò non altera la sostanza per il futuro poiché le valutazioni di budget vengono sempre ed esclusivamente fatte a fronte dei consuntivi ovvero sulle spese effettivamente sostenute durante l’anno (quindi sull’organico di fatto!!).

Si è inoltre affrontato l’argomento dei docenti di sostegno: il Dirigente, citando le ultime sentenze della Corte Costituzionale e del  Consiglio di Stato, ha garantito che le stesse saranno rispettate.

Si è sollevato il problema del sovraffollamento di alunni nelle classi, della sicurezza e dell’edilizia scolastica. Il dr. Chiappetta ha ribadito che tali problemi sono regolati da specifiche leggi delle Stato che devono essere tenute in debita considerazioni dagli Uffici Scolastici Regionali nel momento in cui si definisce l’organico. Ciascuna scuola dovrebbe avere la mappa, certificata dalle ASL, del numero massimo di alunni in funzione delle specifiche condizioni esistenti.

NON MOLLIAMO FINCHE’ NON SARANNO SODDISFATTE TUTTE LE RICHIESTE DI TEMPO PIENO E NON SOLTANTO LE 68 CLASSI “TAGLIATE”

Per quanto riguarda la “riforma” delle scuole Secondarie di II grado è stata evidenziata la preoccupante situazione che si sta determinando nelle istituzioni scolastiche per la consistenza dei tagli preannunciati. La forte contrazione è infatti dovuta all’applicazione della “riforma” nelle prime classi, ma anche all’abbassamento del numero di ore settimanali di lezione  nelle classi successive alle prime.

Di tutti gli ordini e gradi di scuole le superiori perdono percentualmente il maggior numero di posti: 13.750 a livello nazionale, 1069 nel Lazio, 700 a Roma e provincia ( cioè quasi 3 docenti ad istituzione scolastica). Alla già grave situazione di quest’anno si aggiungono i 120 posti in più tagliati l’anno scorso alle superiori per una scelta dell’amministrazione regionale, mentre risultano essere stati accantonati 100 posti  la  cui ripartizione in organico di fatto non è ancora chiara.

Tale situazione sta  determinando il proliferare di progetti “anomali” nel tentativo spasmodico di docenti e dirigenti di recuperare quanti più posti possibili.  Il dirigente ha informato che, nella prossima settimana, 100 funzionari a livello nazionale, saranno coinvolti dal Ministero per definire delle linee guida a riguardo. Accanto a questo si è sottolineata la necessità di limitare l’assegnazione di cattedre superiori alle 18 ore. Il dr. Chiappetta ha dichiarato che la CM n37 quest’anno lascia la possibilità di formare cattedre anche a 17, 16 e 15 ore che lasciano molti spezzoni a disposizione. A questo proposito è stato però ribadito dalla delegazione che il  problema continuerà a persistere in quanto i docenti di ruolo possono acquisire spezzoni sino a 24 ore, mentre sarebbe necessario, per impedire l’ulteriore perdita di posti, che gli spezzoni fossero gestiti direttamente dall’USP ( ora denominato Ufficio Territoriale della direzione scolastica regionale ).

Alle richieste di non assegnare gli spezzoni a disposizione ai docenti “di ruolo” il dirigente ha risposto che ciò non è possibile perché esistono vincoli che derivano sia dal Contratto collettivo nazionale, che prevede la possibilità di accettare spezzoni sino alle 24 ore, sia dalla finanziaria, che impone una politica scolastica finalizzata al risparmio. Il dottor Chiappetta ha anche precisato che a suo parere non potranno essere recuperati quei 120 posti  che l’anno scorso sono stati tagliati oltre le quote stabilite .

Concluso l’incontro, la delegazione ha rendicontato ai partecipanti al sit-in quanto discusso e si è ricordato l’appuntamento per la prossima Assemblea del Coordinamento il 25/05 alle ore 17.00 all’ITIS Galilei di Via Conte Verde, 51 (fermata metro A  – Manzoni).

COORDINAMENTO PERMANENTE DELLE SCUOLE DI ROMA

Scarica il Documento

 

Presidio al MIUR Di Donato-Baccarini marzo 26, 2010

 

PRESIDIO AL MIUR e Mobilitazioni marzo 18, 2010

IL CALENDARIO DEL PRESIDIO SOTTO AL MIUR IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA

  • 17 Marzo liceo Cavour
  • 18 Marzo liceo Kant
  • 19 Marzo liceo Talete
  • 20 Marzo Liceo Newton
  • 22 Marzo Licei Pasteur – Virgilio – Socrate
  • 24 Marzo Licei Morgagni – Montale – Keplero – IC Crispi- CPS Roma
  • 25 Marzo Iqbal Masih – I.C ” Regina Margherita” – Liceo Newton – SMS San Benedetto
  • 26 Marzo I.C Guicciardini – Di Donato – Manin
Le foto del primo presidio:
Foto del flash mob:
Appuntamenti in dettaglio:

17 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Liceo Cavour

(ore 17.00)

Assemblea IIS J. Piaget (Via M. F. Nobiliore, 79)

In preparazione dell’assemblea permanente 19-21 marzo

(ore 18.00)

Flash mob a Largo di Torre Argentina

______________________________________________

18 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Liceo Kant

(ore 16.30)

Assemblea pubblica S.M.S. S. Benedetto Via dei Sesami, 20 Organizzata dal Comitato genitori

(ore 17.30)

Assemblea genitori, docenti, ATA Scuola Carlo Levi, Via Serrapetrona, 121

(ore 19.00)

Assemblea S.M.S. Giuseppe Toniolo Genitori, docenti , ATA

_______________________________________________

19 MARZO

(15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Liceo Talete

(ore 17.00)

Manifestazione organizzata dalle scuole del Municipio XI Corteo da Via Leonardo da Vinci a Piazza Bartolomeo Romano (Palladium)

19 MARZO – 21 MARZO

Assemblea Permanente studenti, genitori, docenti, ATA IIS J Piaget, Via M. F. Nobiliore, 79 – Cinecittà (metro A – Giulio Agricola)

_____________________________________________

20 MARZO

(ore 9.30 – 17.00)

Sala Kirner – Via Ippolito Nievo, 35 Convegno Nazionale Dalla scuola della Repubblica alle scuole delle Regioni

esistere,  desistere  o…. resistere? Organizzato da: Ass. Naz. Per la scuola della Repubblica, Coord. scuole secondarie, Coord. Precari Scuola

Con l’adesione di (in ordine alfabetico): Arci, Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno, Assur, Carta, Comitato bolognese Scuola e Costituzione, Comitato Genitori Albertelli – Roma, Cgd, Comitato Insegnanti evangelici italiani, Comitato torinese per la laicità della scuola, Coordinamento romano Non Rubateci il Futuro, Ecole, Flc Cgil, Fnism, Legambiente scuola, Mce, Unicobas, Unicorno-l’Altrascuola

____________________________________________

22 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Licei Pasteur – Virgilio – Socrate

(ore 17.00)

Assemblea pubblica scuole XIII Municipio presso il Teatro del Lido, Via delle Sirene, 22 – Ostia

_____________________________________________

24 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Licei Morgagni – Montale – Keplero – IC Crispi

(ore 18.00)

Flash mob (da decidere)

(ore 15.30)

Assemblea pubblica ITIS E. Fermi, Via Trionfale, 8737 (Monte Mario) con la partecipazione dei precari dell’ISPRA e la proiezione di “La scuola fallita” di Iacona da Presadiretta

__________________________________________________

25 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

scuole Iqbal Masih – IC Regina Margherita – Liceo Newton

_________________________________________________

26 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

IC Giucciardini – Di Donato  – Manin