Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

L’ITALIA SONO ANCH’IO settembre 30, 2011

Filed under: proposte — scuoleinpiazza @ 10:34 pm
Tags: , , , , , ,

Campagna per i diritti di cittadinanza e il diritto di voto per le persone di origine straniera

Assolutamente da firmare. Basta con questa schizofrenia per cui un ragazzo o una ragazza figli di immigrati, nati e cresciuti in Italia dove hanno la loro vita, gli amici, la scuola, non sono italiani se non dal 18° anno di età, sempre ammesso che si ricordino di farne domanda (!!!)…. La raccolta di firme è anche per il diritto di voto amministrativo. A ROMA, il 1 ottobre, banchetto dalle ore 16 alle 19 in Largo Torre Argentina. Difendiamo il loro diritto a partecipare alla vita della comunità di cui fanno parte.

http://www.litaliasonoanchio.it/

Annunci
 

Assemblea Scuola Di Donato maggio 16, 2011

Filed under: proposte — scuoleinpiazza @ 8:14 am
Tags: , , , , , , , ,

 

Bentornati a Scuola! settembre 30, 2010

La festa è stata bellissima, c’è stata tanta partecipazione: sono venute sia persone che solitamente frequentano la scuola, sia persone di altri quartieri riuscendo nell’intento di aprire la scuola alla città diffondendo il messaggio d’integrazione e multicultura che la F. Di Donato vive quotidianamente.
Passeggiando nell’ampio cortile, si poteva curiosare tra oggetti di artigianato, abiti usati e oggetti nuovi, tra tanti colori e suoni divertenti.
Nella zona del cibo, involtini primavera, lasagne al formo, samosa e tè alla cannella hanno sparso nell’aria odori speciali che avevano il profumo della convivenza tra popoli.
La giornata si è conclusa con tutti noi che ballavamo al ritmo del samba-reggae guidati dalla dolce Marcia!
La bandiera del “clandestino day” ci ha fatto compagnia ricordandoci che l’uguaglianza, i diritti e il rispetto sono dei beni preziosi che appartengono a tutti noi.

Un abbraccio,

mg

Vedi l’articolo sul settimanale Carta: Estratto da cartaonline

http://www.carta.org/

 

Mercatino dell’usato a Scuola settembre 21, 2010

Per il quarto anno consecutivo, i genitori e gli insegnanti della F. Di Donato organizzano una festa di “Bentornati a Scuola!” con Mercatino dell’usato, pranzo con i sapori dal mondo cucinati da mamme somale, bengalesi, indiane, italiane, ecc e presentazione delle tante attività che si svolgono il pomeriggio nei seminterrati della scuola, per maggiori info riguardo i corsi, consultare la pagina http://www.genitorididonato.it

Vi aspettiamo!

La Scuola aderisce al progetto EsquilinDo, per maggiori informazioni con sultate il sito: http://www.mediazionesociale.org

La Festa di “Bentornati a Scuola!” aderisce al Clandestino Day, per maggiori informazioni: http://clandestino.carta.org/2010/09/clandestino-day-2010/

 

Qui L’integrazione c’è settembre 16, 2010

da Il Tempo – Roma
Dario Martini

15 settembre 2010

Qui l’integrazione c’è

Più italiani tra i nuovi iscritti. Nella scuola Di Donato si torna a parlare romano. Su 85 bambini divisi nelle quattro prime classi dell’elementare, gli italiani sono 53 e i “migranti” 32.Da quest’anno è stata invertita la tendenza. Alla scuola Di Donato, in via Bixio all’Esquilino, i bambini italiani iscritti alla prima elementare sono più degli immigrati. Le iniziative per favorire l’integrazione qui funzionano. Questa è una delle scuole multiculturali per eccellenza, dove fino all’anno scorso il numero degli stranieri era nettamente superiore a quello dei romani. Ora, invece, il rapporto si sta invertendo. Su 85 bambini divisi nelle quattro prime classi dell’elementare, gli italiani sono 53 e i «migranti» 32. Un dato eclatante se si pensa che fino all’anno scorso, su 270 alunni, il 74% era straniero (numeri lontani da quelli della Pisacane dove più del 90% sono immigrati). Le famiglie che portano qui i propri figli sono di tutte le nazionalità. Soprattutto cinesi, ma anche bengalesi, iraniani e filippini. La Di Donato si divide in materna, elementari e medie. Alla materna il rapporto italiani-immigrati è al 50%. Alle medie, invece, gli stranieri sono ancora in maggioranza. Per favorire l’integrazione, oltre al Comune e al I Municipio, è scesa in campo anche l’associazione dei genitori. Grazie a progetti come «Fratelli d’Italia e solidarietà», un mediatore culturale cinese tiene corsi d’italiano per bambini orientali. Mentre il «Polo intermundia» ha organizzato sette classi per i genitori stranieri che vogliono imparare l’italiano.
Ci sono poi i laboratori dove i piccoli imparano a conoscere le altre culture. Leggono libri in doppia lingua, suonano musiche africane, asiatiche e, ovviamente, italiane. «Se i romani iniziano a tornare è stato grazie a un grosso lavoro per farci conoscere sul territorio assieme alle istituzioni e alle associazioni», spiega la coordinatrice degli insegnanti Miriam Iacomini. Le famiglie sono soddisfatte. Guido Musillo abita al Pigneto, ma ha scelto di portare i propri bambini qui: «Ho una figlia alla materna. Nella sua classe ci sono più stranieri. L’altra, invece, l’ho iscritta all’elementare, dove sono più italiani. Si trovano bene». L’associazione dei genitori si è schierata contro il tetto del 30% per gli immigrati deciso dal Ministero: «Qui non serve. Gli stranieri sono integrati». Farad Abbasnejad è iraniano ma vive in Italia da molti anni e ha la cittadinanza: «Questa è la scuola ideale per inserire i bambini stranieri nella società».

 

Sit-in genitori insegnanti a Roma per il tempo pieno giugno 18, 2010

Scuola.

Sit-in genitori insegnanti a Roma per il tempo pieno

18 giugno 2010
ROMA – Un sit davanti all’ufficio regionale della scuola, muniti di pupazzi e libri di Pinocchio, contro la decisione di “lasciare 50 bambini senza il tempo pieno e contro le bugie che il ministro Gelmini e la sua rappresentante regionale continuano a dichiarare sui drammatici tagli che impoveriscono la scuola pubblica”.

Cosi’ una cinquantina tra genitori e insegnanti della scuola Di Donato di Roma, quartiere Esquilino, si e’ ritrovata questa mattina alle 9.30 sotto la sede dell’ufficio scolastico: su quattro classi a tempo pieno richieste ne sono state assegnate due. La delegazione e’ stata quindi ricevuta dal direttore generale Maria Maddalena Novelli. “Ci ha detto che a meta’ luglio verra’ dato l’organico di fatto che e’ diverso da quello di diritto”, raccontano mamme e insegnati all’agenzia Dire.

L’organico di fatto e’ praticamente una aggiunta eventuale di personale che viene concessa in base a delle richieste: in questo caso per far fronte alle necessita’ di tempo pieno. “Ma le richieste sono molte, difficilmente verra’ risolto il problema” dicono ancora mamme e insegnanti, “sembra che il Comune stia pensando a dei corsi di danza per ‘coprire’ il pomeriggio fino alle 16, quasi un tappabuchi…. Comunque torneremo a meta’ luglio per farci ancora sentire”.

link: http://www.diregiovani.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=36586

 

SIT IN Provveditorato, 18 giugno giugno 16, 2010

VOGLIAMO IL TEMPO PIENO PER TUTTI

VENERDI’ 18 GIUGNO ALLE 9.00

SIT IN AL PROVVEDITORATO

 

Per i genitori della Scuola Di Donato, Istituto Comprensivo Manin, è arrivato il momento di DIRE BASTA! BASTA TAGLI ALLA SCUOLA! BASTA DISTRUGGERE LA SCUOLA PUBBLICA! BASTA PRENDERCI IN GIRO!

 I genitori della scuola Di Donato VOGLIONO IL TEMPO PIENO PER TUTTI!

A fronte di una richiesta di 4 classi prime a Tempo Pieno per l’anno scolastico 2010-2011, le classi assegnate alla Scuola Di Donato sono state 2 a Tempo Pieno (40 ore settimanali, 2 insegnanti) e 2 a Tempo Normale (27 ore settimanali, 1 insegnante).

            Il conseguente taglio di 2 classi a Tempo Pieno comporterà per il prossimo anno scolastico una situazione disastrosa, infatti: o la metà dei bambini che hanno richiesto il tempo pieno potranno accedere solo al tempo antimeridiano (27 ore) oppure, per rispondere alle esigenze delle famiglie, le 4 classi prime dovranno funzionare tutte per 40 ore settimanali attraverso l’utilizzo delle ore di compresenza delle insegnanti delle altre classi II, III, IV e V. A ciò si aggiunga che il drastico taglio dei finanziamenti rende impossibile la chiamata di insegnanti supplenti, e che pertanto la sempre più frequente, inaccettabile, necessità di distribuire in ordine sparso nelle altre classi i bambini sprovvisti di insegnante aggraverà una situazione che appare già in partenza al limite delle sue possibilità.

Vogliamo ricordare la particolarità del nostro Istituto che ha sede nel rione Esquilino, quartiere con una forte presenza di immigrati, e che è riuscito attraverso il grande lavoro di integrazione di insegnanti e genitori a far percepire le proprie scuole come scuole di eccellenza. Questi successi rischiano di essere messi in crisi dalla situazione che si prospetta il prossimo anno scolastico.

Chiediamo dunque che venga assegnato l’organico necessario a:

– garantire il tempo pieno a tutte le classi della scuola primaria Di Donato;

– garantire la formazione di 4 classi prime a 40 ore per l’anno scolastico 2010/2011, come espressamente richiesto dai genitori al momento delle iscrizioni.

SIAMO ANCORA IN TEMPO: LOTTIAMO PER UNA SCUOLA MIGLIORE.