Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

Dalla Scuola Pisacane, Roma febbraio 27, 2009

Filed under: articoli — scuoleinpiazza @ 11:20 am
Tags: , ,

I nostri bambini non devono pagare i conflitti dei grandi

Lettera pubblicata su Metropoli di Repubblica del 22 febbraio

“Siamo un gruppo di genitori della scuola elementare Carlo Pisacane di Roma. A seguito delle polemiche sollevate sulla nostra scuola nei giorni scorsi ed esasperati dai toni minacciosi di alcuni genitori e dalle dichiarazioni di discredito apparse sui media, scriviamo per far conoscere anche un altro punto di vista. Il VI municipio di Roma, e Torpignattara in particolare, non sono un ghetto ma una realtà multiculturale dove la progressiva penetrazione dei migranti ha reso evidente l’esigenza di confrontarsi con il problema dell’integrazione dei nuovi arrivati nella società. L’integrazione può essere la semplice annessione dei pochi nella cultura dei molti, scelta che comporta l’assunzione di rischi di non poco conto, o la condivisione di una realtà comune in continuo cambiamento, nel rispetto reciproco e senza omologazioni. Sperando che l’intento comune sia quest’ultimo, è chiaro che la scuola ricopre un ruolo di prim’ordine perché il bambino straniero, che impara la lingua spesso meglio e più in fretta degli adulti, e che interagisce quotidianamente con i coetanei, può diventare il primo mediatore culturale della famiglia, trasferendo ad essa la cultura indigena. Una lunga premessa per dire che quanto sta accadendo intorno alla nostra scuola è mortificante e ignobile: mortificante perché non viene riconosciuto quanto da anni la scuola sta facendo per la socializzazione e l’integrazione tra i bambini; ignobile perché si sta volontariamente squalificando la competenza del corpo docente, che ha dimostrato di saper offrire ai bambini, con una didattica di qualità, la possibilità di un apprendimento scolastico senza lacune o ritardi. In prima elementare i nostri figli, italiani, bangladesi, romeni, polacchi, colombiani, filippini, algerini o egiziani, stanno imparando a leggere e scrivere in stampatello e corsivo. Riconoscono i numeri pari e dispari, ordinali e cardinali, eseguono le addizioni con “3 numeri” e qualcuno, avendo capito “la magia” delle operazioni, sa già eseguire le sottrazioni prima che la maestra le abbia spiegate. Insomma, arrivano alle medie senza difettare di preparazione o conoscenza, come affermato più volte dagli organi preposti alla valutazione didattica. Ma soprattutto vanno a scuola sereni e incontrano i compagni italiani, bangladesi, romeni, polacchi, filippini, algerini, colombiani o egiziani, alle feste, in palestra o al cinema. La Pisacane non è un Eden. I problemi tra chi non parla la stessa lingua ci sono e non si possono negare, ma non si deve trasferire nella scuola il conflitto tra adulti che ha origine nelle difficoltà del quartiere. E’ complicato chiedere di versare 5 euro per la cassa comune o tradurre il verbale del consiglio di classe, ma è anche bello scoprire che all’iniziativa, a pagamento, del teatro per carnevale ha aderito l’85% dei bambini. Screditare la Pisacane è un atto vigliacco operato da chi vuole usare i bambini per fini diversi da quelli dell’integrazione e della cultura, costringendoli a subire l’insofferenza e l’ostilità di chi si nasconde dietro all’integrazione per mascherare il “gattopardesco” desiderio di cambiare tutto senza cambiare nulla. Rivolgendoci a loro ci viene da dire: attenzione, quello che si semina si raccoglie. Rivolgendoci a voi, che leggete, un invito: venite a vedere, la Pisacane è aperta a tutti!. Paola Piovesan, Tiziana Catonio, Silvia Miele, Rupali Gomez, Ahlam Soudi, Elena Cercere, Edith Pilien, Andrei Perianu, Chen Mei, Ombretta Burla, James Gomez, Adnan Chami, Rid Ali, Xiao Juan (22 febbraio 2009).

Annunci
 

sempre peggio….. febbraio 25, 2009

Filed under: articoli — scuoleinpiazza @ 12:16 pm
Tags: , ,

Scuole, è quaresima anche nel piatto
fino a Pasqua in mensa niente carne

ROMA – Per i cattolici, si sa, la quaresima è tempo di astinenza: rinunciare alla carne ogni venerdì sino a Pasqua è penitenza cui tutti i fedeli sono tenuti, tranne se malati, anziani o minori di 14 anni. Dettaglio evidentemente sconosciuto all’assessore capitolino alle Politiche educative, Laura Marsilio. Che ieri, quando s’è accorta che il giorno dopo, mercoledì delle ceneri, sarebbe iniziata la quaresima, ha ordinato in fretta e furia – tramite fax – la variazione dal menu in tutte le scuole elementari e medie di Roma: via la carne dalle mense, oggi e per i prossimi sei venerdì, sino al 3 aprile […]

Leggi tutto:

http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/cronaca/mense-stretta/mense-stretta/mense-stretta.html

 

I tagli della Gelmini, solo briciole alla ricerca

Filed under: articoli — scuoleinpiazza @ 9:30 am
Tags: , , , ,

di Maristella Iervasi Gelmini maestra unica elenca gli sprechi. Il ministro Brunetta si vanta di «aver salvato l’Italia» e precisa che al governo sta a cuore la ricerca: «Del resto sono un professore universitario…» aggiunge. Resta il fatto che il presidente Napolitano ha parlato a ragion veduta: occorrerebbe proprio rimettere mano alle scelte di bilancio sugli Atenei e «salvare» dalle sofferenze la ricerca.

Tagli indiscriminati
Con un decreto finanziario, ora legge 133, Tremonti ha imposto tagli durissimi ai fondi di finanziamento ordinari (Ffo) degli atenei. Quasi 1500 milioni di euro nei prossimi cinque anni (2009-2013), gravando su un bilancio già anoressico. Una pesante cura dimagrante dalle conseguenze immediate: riduzione dei servizi agli studenti e dei laboratori, manutenzione di aule e biblioteche, peggioramento della qualità della didattica, forte riduzione delle attività di ricerca. Già perché a tutto questo bisogna abbinare la drastica riduzione del turn over del personale e l’incognita che pesa come un macigno di trasformare le Università in fondazioni. Non solo. Poi è arrivato il decreto Gelmini, meglio noto come legge 180. […]

Leggi tutto:

http://www.unita.it/news/82061/i_tagli_della_gelmini_solo_briciole_alla_ricerca

 

Napolitano: “No tagli a ricerca” febbraio 24, 2009

Filed under: articoli — scuoleinpiazza @ 5:05 pm
Tags: , ,

PERUGIA – Le università italiane necessitano di “valutazioni e interventi pubblici puntuali” ed è necessario rivedere alcuni tagli che, sebbene dettati da motivi di bilancio, sono risultati “indiscriminati”. E’ un appello critico quello giunto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che durante un discorso per le celebrazioni dei 700 anni dell’Università di Perugia invoca maggiori risorse e più attenzione per gli atenei, “leva di sviluppo”. Poco dopo, da Roma, la replica del ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini: “E’ nostro dovere amministrativo e morale eliminare gli sprechi”. […]

Leggi tutto:

http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/scuola_e_universita/servizi/universita-2009-1/naolitano-critica/naolitano-critica.html

 

Informatica addio

Filed under: articoli — scuoleinpiazza @ 5:03 pm
Tags: , , ,

A Scuola Internet non è una priorità

di Salvo Intravaia

Sparisce la “I” di Informatica di morattiana memoria. I tagli del governo sulla scuola cancellano uno dei pilastri della riforma Moratti: quella delle tre “I” (Inglese, Impresa, Internet o Informatica). Dal prossimo anno scolastico, infatti, gli insegnanti della scuola elementare (ora primaria) e della media (secondaria di primo grado) dovranno fare i salti mortali per aprire il mondo delle conoscenze informatiche ai propri alunni. Il taglio delle cosiddette compresenze nella scuola primaria e la riduzione delle ore di Tecnologia nella scuola secondaria di primo grado renderà quasi impossibile l’insegnamento dei primi fondamenti di Informatica e Internet a bambini e ragazzini. La conferma arriva dallo stesso ministero dell’Istruzione, che in questi giorni ha aperto una finestra di dialogo sulla riforma con genitori e insegnanti […]

Leggi tutto:

http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-9/informatica-ridotta/informatica-ridotta.html

 

Rai news 24 speciale scuola febbraio 23, 2009

Filed under: commenti — scuoleinpiazza @ 3:59 pm
Tags: , ,

In onda Sabato 12 Marzo alle 22h33, Domenica alle 06h33 – 15.29, Lunedì 11h33 , Martedì 1h33, Mercoledì 15h31, Giovedì 03h03 (anche in chiaro su Raitre)

Rai news 24 speciale scuola

PERIFERIE, il programma di Rainews24, dedicato ai temi del sociale, vuole narrare la società scegliendo un punto di vista preciso: quello dei margini, capovolgendo così nelle mappe del racconto il rapporto tra ciò che è centro e ciò che  è periferia.

IN QUESTA PUNTATA:

–  Roma centocelle. Scuola pubblica I love you, firmato Iqbal Masih

–  L’amore che non scordo. Piccole storie di comuni maestri.

–  Un fiume in piena. L’onda anomala si racconta così.

– E per finire…Contro i poteri che corrompono: Pigro, del mai troppo rimpianto Ivan Graziani

 

Manifestazione Nazionale “Salviamo la seconda lingua comunitaria” febbraio 20, 2009

Filed under: proteste — scuoleinpiazza @ 1:49 pm
Tags: ,

PROGRAMMA PROVVISORIO della
Giornata di mobilitazione nazionale

“Salviamo la seconda lingua comunitaria”
Roma, Domenica 22 Febbraio 2009

1. Ore 11 Assemblea Nazionale a Roma, in Via di Torre Argentina 76, terzo piano;
2. Manifestazione:
– Ore 14,30 Concentramento dei partecipanti in Largo Argentina, fronte omonimo Teatro;
– Ore 15 partenza del Corteo in fila indiana lungo Largo Arenula e prosecuzione per Viale Trastevere fino al Ministero della Pubblica Istruzione con girotondo attorno al palazzo ministeriale e gli interventi delle organizzazioni partecipanti e degli invitati.

http://lnx.internacialingvo.org/eo/index.php?newlang=ita