Scuola Di Donato Roma

Il Blog dei genitori ed insegnanti della Scuola Di Donato, Roma.

SIT-IN genitori Di Donato 20 maggio h 9.00 Provveditorato maggio 19, 2011

SCUOLA.

ROMA, DOMANI PROTESTA GENITORI DELLA ‘DI DONATÒ “lancette non tornano indietro, nostri orologi per tempo pieno”. 

 roma, 19 mag. – Domani mattina, alle ore 9, i genitori della scuola ‘di donatò di via bixio a roma, che fa parte dell’istituto comprensivo ‘daniele manin’, consegneranno simbolicamente decine di sveglie ed orologi all’ufficio scolastico regionale per il lazio di via pianciani per protestare contro la decisione di tagliare il tempo pieno e per ribadire il ‘nò all’accorpamento tra classi. tutti gli orologi avranno le lancette sincronizzate sulle 16.30 Per ribadire il fatto che i genitori chiedono che sia garantita l’uscita a quella ora a tutte le famiglie. a fronte di una richiesta di 17 classi a tempo pieno nella primaria per l’anno scolastico 2011-12, le classi assegnate sono state in tutto 15, di cui solo 14 a tempo pieno. Un taglio drastico che comporterà l’accorpamento di due classi con la certezza di avere così ‘aule bestiamé con oltre venticinque alunni. Questa decisione é particolarmente grave perché in queste classi sono presenti bambini con disabilità e con situazioni sociali complesse. la scuola ‘di donatò ha sede nel rione esquilino, quartiere con una forte presenza di immigrati e con un elevato disagio sociale. L’enorme lavoro da parte di insegnanti, dirigenti scolastici, genitori ed abitanti del quartiere negli ultimi anni é riuscita a fare di queste difficoltà il suo punto di forza, lavorando realmente per l’integrazione. Ciò é dimostrato anche dall’aumentato numero di iscrizioni. questo successo rischia di essere ora messo in crisi dalla situazione critica che si prospetta per il prossimo anno scolastico.

Annunci
 

SIT-IN MIUR aprile 19, 2011

 ANCORA TAGLI  !!!!             

PESANTISSIMI E INSOSTENIBILI

  • 50 nuove classi a tempo pieno negate;

 

  • 150 classi a tempo pieno già esistenti cancellate;

 

  • Classi a Tempo pieno ridotte a spezzatino con continuo cambio di insegnanti;

 

  • Dimezzamento degli insegnanti di sostegno per i bambini diversamente abili;

 

  • Aumento degli alunni per classe fino a 29 con mancato rispetto della normativa sulla sicurezza e sulla formazione delle classi in presenza di alunni diversamente abili che prevede 20 alunni al massimo;

 

  • Cancellazione di TUTTI gli insegnanti specialisti di Inglese;

 

  • Soppressioni di classi intermedie, con cambiamento  di insegnanti e compagni.

 

Con la continua mobilitazione,

lo scorso anno scolastico siamo riusciti a limitare i danni.

Il Ministero è stato costretto a restituire i finanziamenti per le supplenze brevi,

parte dei crediti vantati dalle scuole (residui attivi) e le classi tagliate.

 

MERCOLEDI’ 20 DALLE ORE 15 (fino a tarda sera)

SIT–IN

AL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE A VIALE TRASTEVERE

PARTECIPIAMO TUTTI, GENITORI, INSEGNANTI, CITTADINI

IN MIGLIAIA RUMOROSISSIMI

Scarica il volantino: volantino sit-in 20 aprile 2011

 

Qui L’integrazione c’è settembre 16, 2010

da Il Tempo – Roma
Dario Martini

15 settembre 2010

Qui l’integrazione c’è

Più italiani tra i nuovi iscritti. Nella scuola Di Donato si torna a parlare romano. Su 85 bambini divisi nelle quattro prime classi dell’elementare, gli italiani sono 53 e i “migranti” 32.Da quest’anno è stata invertita la tendenza. Alla scuola Di Donato, in via Bixio all’Esquilino, i bambini italiani iscritti alla prima elementare sono più degli immigrati. Le iniziative per favorire l’integrazione qui funzionano. Questa è una delle scuole multiculturali per eccellenza, dove fino all’anno scorso il numero degli stranieri era nettamente superiore a quello dei romani. Ora, invece, il rapporto si sta invertendo. Su 85 bambini divisi nelle quattro prime classi dell’elementare, gli italiani sono 53 e i «migranti» 32. Un dato eclatante se si pensa che fino all’anno scorso, su 270 alunni, il 74% era straniero (numeri lontani da quelli della Pisacane dove più del 90% sono immigrati). Le famiglie che portano qui i propri figli sono di tutte le nazionalità. Soprattutto cinesi, ma anche bengalesi, iraniani e filippini. La Di Donato si divide in materna, elementari e medie. Alla materna il rapporto italiani-immigrati è al 50%. Alle medie, invece, gli stranieri sono ancora in maggioranza. Per favorire l’integrazione, oltre al Comune e al I Municipio, è scesa in campo anche l’associazione dei genitori. Grazie a progetti come «Fratelli d’Italia e solidarietà», un mediatore culturale cinese tiene corsi d’italiano per bambini orientali. Mentre il «Polo intermundia» ha organizzato sette classi per i genitori stranieri che vogliono imparare l’italiano.
Ci sono poi i laboratori dove i piccoli imparano a conoscere le altre culture. Leggono libri in doppia lingua, suonano musiche africane, asiatiche e, ovviamente, italiane. «Se i romani iniziano a tornare è stato grazie a un grosso lavoro per farci conoscere sul territorio assieme alle istituzioni e alle associazioni», spiega la coordinatrice degli insegnanti Miriam Iacomini. Le famiglie sono soddisfatte. Guido Musillo abita al Pigneto, ma ha scelto di portare i propri bambini qui: «Ho una figlia alla materna. Nella sua classe ci sono più stranieri. L’altra, invece, l’ho iscritta all’elementare, dove sono più italiani. Si trovano bene». L’associazione dei genitori si è schierata contro il tetto del 30% per gli immigrati deciso dal Ministero: «Qui non serve. Gli stranieri sono integrati». Farad Abbasnejad è iraniano ma vive in Italia da molti anni e ha la cittadinanza: «Questa è la scuola ideale per inserire i bambini stranieri nella società».

 

Hanno occupato l’Ufficio scolastico regionale del Lazio… maggio 17, 2010

Rassegna stampa  Protesta 17 maggio

http://www.rassegna.it/articoli/2010/05/17/62512/scuola-roma-genitori-e-sindacati-occupano-usr

http://www.tg3.rai.it/dl/tg3/Page-2e4c8408-c4ee-4eb3-abdb-86b4cc525b57.html#
“Ridateci il tempo pieno”

 

17-18-19 e 20 MAGGIO A ROMA

Scarica il volantino

NO ALLA DISTRUZIONE DELLA SCUOLA PUBBLICA STATALE
Per l’anno scolastico 2010/2011 le richieste di classi a Tempo Pieno nella scuola primaria sono aumentate. Malgrado ciò, il Ministero dell’Istruzione e l’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio hanno “tagliato” 68 classi a Tempo Pieno rispetto a quelle già
funzionanti nell’anno scolastico in corso e non soddisfatto circa 212 nuove classi a Roma e provincia.
Pertanto, sono state disattese le richieste delle famiglie che avevano optato per un modello educativo-didattico di scuola che garantisse per i propri figli la piena attuazione del diritto alla formazione e all’istruzione quale è il Tempo Pieno (40 ore, 2 insegnanti, 4 ore di compresenza).
Le famiglie, infatti, sono consapevoli che il Tempo Pieno, anche grazie ai suoi tempi distesi, rende possibile:
– una didattica che renda possibile l’insegnamento individualizzato affinché ciascuno possa operare con ritmo personale e/o si possano affrontare particolari problemi di recupero e di approfondimento;
– costruire significativi rapporti sociali e affettivi che costituiscono la base di tutto l’apprendimento;
– una reale motivazione all’apprendimento che passi attraverso attività ludiche, espressive e creative ed esperienze di tipo scientifico, nonché le visite di istruzione.
Per far funzionare tutte le classi a 40 ore settimanali si renderà necessario utilizzare le ore di compresenza delle insegnanti delle altre classi II, III, IV e V. In tal modo, gli alunni delle future
classi prime potranno avere addirittura 8 maestre anziché 2. Inoltre, le classi II, III, IV e V vedranno lo spostamento delle loro insegnanti in altre classi che, private delle 4 ore di compresenza (2 ore per
ciascuna delle 2 insegnanti), subiranno un radicale cambiamento della programmazione delle attività didattiche poiché non sarà più possibile organizzare le necessarie attività di recupero e di
ampliamento dell’offerta formativa (laboratori, teatro, uscite didattiche, ecc.).
Questa situazione oltre ad avere una pessima ricaduta su ogni bambino, colpirà in primo luogo, gli alunni in difficoltà di apprendimento nonché gli alunni diversamente abili già fortemente penalizzati
dai tagli agli insegnanti di sostegno e al personale Assistente Educativo Comunale (AEC).

PER DIRE NO ALLA CANCELLAZIONE DEL TEMPO PIENO
17-18 E 19 MAGGIO
MOBILITAZIONE E OCCUPAZIONE DELLE SCUOLE

20 MAGGIO dalle ore 17,00
PRESIDIO- ASSEMBLEA PRESSO
IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE (VIALE TRASTEVERE)

Portiamo coperchi, cucchiai di legno, fischietti, ecc. per farci sentire e
indossiamo pinne e maschera per ripescare simbolicamente la scuola che affonda!

Elenco delle scuole “tagliate” di Roma e provincia:
C.D. Ciampino II-Paola Sarro; C.D. Ardea II-Tor S. Lorenzo; C.D.- Albano I; C.D. 210 Ariccia; C.D. Anzio I; C.D.
Anzio III; I.C. Manin; I.C. Regina Margherita; C.D. 37 Mazzini; C.D. 3 Ronconi; C.D.112 De Gasperi; C.D. 145
Magnani; C.D. 94 Parini; I.C. via Perazzi; C.D. 124 Gandhi; C.D. 73 Falcone; C.D. 197; C.D. 141 San Cleto; C.D. 109
Piccinini; I.C. via Santi; I.C. via Casal Bianco; I.C. via Palombini; C.D. 77 Belli; C.D. 126 I. Masih; C.D. 82 Marconi;
C.D. 185 C: Urbani; I.C. via dell’archeologia; C.D. 87 A. Negri; C.D. 43 A. Manzoni; C.D. 27 Cagliero; I.C.
Mastroianni; I.C. via Niobe; C.D. 178 D’Antona-Biagi; C.D. 49 Principe di Piemonte; C.D. 45 Battisti; C.D. 100
Poggiali; I.C. via Pincherle; I.C. Montezemolo; C.D. 166 Gramsci; C.D. 143; C.D. 75 eur; C.D. 192; I.C. Pallavicini;
C.D. 102; C.D. 302 via Cilea; C.D. 28 Pascoli; C.D. 144 Pirandello; C.D. 194; I.C. N. Rota; C.D. 62 Franceschi; C.D.
139 Lola Di Stefano; C.D. 121 Rio De Ianeiro; C.D. 68 Girolami; I.C. via Rizzo; C.D. 84 Bajocco; C.D. 61 Evangelisti;
C.D. 5 Alfieri; I.C. via Boccea; C.D. 298 E. Morante; C.D. 119 Lambruschini; C.D. 105 Besso; C.D. 137 XXV aprile;
C.D. 297 via Trionfale; C.D. 53 Merelli; I.C. via Vibo Mariano; I.C. via Castel Seprio.
COORDINAMENTO PERMANENTE DELLE SCUOLE DI ROMA

 

Presidio al MIUR Di Donato-Baccarini marzo 26, 2010

 

PRESIDIO AL MIUR e Mobilitazioni marzo 18, 2010

IL CALENDARIO DEL PRESIDIO SOTTO AL MIUR IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA

  • 17 Marzo liceo Cavour
  • 18 Marzo liceo Kant
  • 19 Marzo liceo Talete
  • 20 Marzo Liceo Newton
  • 22 Marzo Licei Pasteur – Virgilio – Socrate
  • 24 Marzo Licei Morgagni – Montale – Keplero – IC Crispi- CPS Roma
  • 25 Marzo Iqbal Masih – I.C ” Regina Margherita” – Liceo Newton – SMS San Benedetto
  • 26 Marzo I.C Guicciardini – Di Donato – Manin
Le foto del primo presidio:
Foto del flash mob:
Appuntamenti in dettaglio:

17 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Liceo Cavour

(ore 17.00)

Assemblea IIS J. Piaget (Via M. F. Nobiliore, 79)

In preparazione dell’assemblea permanente 19-21 marzo

(ore 18.00)

Flash mob a Largo di Torre Argentina

______________________________________________

18 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Liceo Kant

(ore 16.30)

Assemblea pubblica S.M.S. S. Benedetto Via dei Sesami, 20 Organizzata dal Comitato genitori

(ore 17.30)

Assemblea genitori, docenti, ATA Scuola Carlo Levi, Via Serrapetrona, 121

(ore 19.00)

Assemblea S.M.S. Giuseppe Toniolo Genitori, docenti , ATA

_______________________________________________

19 MARZO

(15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Liceo Talete

(ore 17.00)

Manifestazione organizzata dalle scuole del Municipio XI Corteo da Via Leonardo da Vinci a Piazza Bartolomeo Romano (Palladium)

19 MARZO – 21 MARZO

Assemblea Permanente studenti, genitori, docenti, ATA IIS J Piaget, Via M. F. Nobiliore, 79 – Cinecittà (metro A – Giulio Agricola)

_____________________________________________

20 MARZO

(ore 9.30 – 17.00)

Sala Kirner – Via Ippolito Nievo, 35 Convegno Nazionale Dalla scuola della Repubblica alle scuole delle Regioni

esistere,  desistere  o…. resistere? Organizzato da: Ass. Naz. Per la scuola della Repubblica, Coord. scuole secondarie, Coord. Precari Scuola

Con l’adesione di (in ordine alfabetico): Arci, Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno, Assur, Carta, Comitato bolognese Scuola e Costituzione, Comitato Genitori Albertelli – Roma, Cgd, Comitato Insegnanti evangelici italiani, Comitato torinese per la laicità della scuola, Coordinamento romano Non Rubateci il Futuro, Ecole, Flc Cgil, Fnism, Legambiente scuola, Mce, Unicobas, Unicorno-l’Altrascuola

____________________________________________

22 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Licei Pasteur – Virgilio – Socrate

(ore 17.00)

Assemblea pubblica scuole XIII Municipio presso il Teatro del Lido, Via delle Sirene, 22 – Ostia

_____________________________________________

24 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

Licei Morgagni – Montale – Keplero – IC Crispi

(ore 18.00)

Flash mob (da decidere)

(ore 15.30)

Assemblea pubblica ITIS E. Fermi, Via Trionfale, 8737 (Monte Mario) con la partecipazione dei precari dell’ISPRA e la proiezione di “La scuola fallita” di Iacona da Presadiretta

__________________________________________________

25 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

scuole Iqbal Masih – IC Regina Margherita – Liceo Newton

_________________________________________________

26 MARZO

(ore 15.30-18.30)

Presidio – staffetta davanti al MIUR:

IC Giucciardini – Di Donato  – Manin